Un bambino alla corte della Blizzard

santa.jpgChi lo pratica da molto tempo, come me, sa che World of Warcraft è un pò di più di un semplice gioco.

Chi conosce Make-a-Wish sa che non sempre i problemi si possono risolvere, ma che, a volte, un po di gioia si può dipingere anche sul volto di chi davvero non avrebbe motivi per gioire…

Chi non ha un desiderio in un cassetto? Quando hanno chiesto a Ezra quale era il suo la risposta è stata facile: visitare la Blizzard, i creatori di World of Warcraft ed essere un’eroe del gioco.

Qualcuno scuoterà la testa pensando che potevano esserci desideri migliori per un bambino malato, o forse criticando il fatto che il gioco in questo caso potrebbe essere una via di fuga dalla realtà della malattia.

Ma io non la penso così. Ezra si è goduto il suo giro alla Blizzard, ed ha persino creato un personaggio nuovo nel gioco, una quest, una storia sua…

Così forse Ezra potrà essere dimenticato, ma una piccola parte di lui, un suo pensiero, il suo desiderio esaudito, sarà presente nel gioco e nei ricordi dei milioni di giocatori per molto molto tempo.

(via ocRegister)

By | 2016-10-19T09:38:56+00:00 maggio 23rd, 2007|Blog, Personale|1 Comment

One Comment

  1. Ululì 23/05/2007 at 17:22 - Reply

    Una storia veramente toccante… Ezra ha lasciato un’impronta visibile da milioni di persone in tutto il mondo… il che è più di quello che la maggior parte di noi può dire di aver fatto nella sua vita … non male per essere “solo” un gioco!

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi