Lorem Ipsum

Ovviamente voi lo saprete già, ma per me è stata una piccola sorpresa.

Il testo che siamo abituati a vedere sulle pagine di prova, specialmente nei template dei siti, quello che inizia con le parole Lorem Ipsum e continua apparentemente con altre parole a caso, quello che nessuno legge, non è affatto un guazzabbuglio di lettere generate casualmente ma si tratta addirittura di un classico latino.

Non si finisce mai di imparare, io davvero non lo sapevo, e soprattutto non mi ero mai reso conto che fosse latino “vero”. In effetti quel testo su di me ha raggiunto lo scopo, far ammirare il layout senza porre attenzione alle parole. Ed io davvero non ho mai letto più avanti di tre parole di quel testo altrimenti per quanto arruginito dagli anni avrei capito che si trattava di un testo elaborato, anche se gravemente storpiato…

Come dicevo si tratta di frazioni prelevate da un testo di Cicerone, nientedimeno, il “de Finibus Bonorum et Malorum”. La storia ci dice che fosse per la prima volta utilizzato nel 1500 da qualche stampatore che voleva mostrare delle demo dei caratteri da lui utilizzati….

Se vi interessa l’argomento potete trovare altre informazioni su questi due siti dedicati ed ovviamente su wikipedia…

By | 2007-09-20T16:52:57+00:00 settembre 20th, 2007|Personale|0 Comments

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi