Click Day, la sagra dell’ipocrisia

Come era prevedibile le richieste hanno ampiamente superato la disponibilità.

65.000 i posti messi “in palio”, quasi 140.000 le richieste.

La sagra dell’ipocrisia.

Facciamo finta di fare le cose per bene, ma sappiamo tutti che quelle decine di migliaia di domande che rimarranno fuori dalla “lotteria” fanno riferimento in realtà a persone che sono già sul nostro territorio, che lavorano già, che non se ne andranno di certo.

Anzi, guai se andassero via.

Sono cattivo se penso che in fondo ci fa comodo che rimangano clandestini, ricattabili, sottopagati, maltrattati e sfruttati?

Lo sapete, sono agnostico, ma non per questo privo di valori, e una paese che consapevolmente lascia migliaia di persone sul suo suolo in una condizione del genere è un paese che ha sostituito i principi di giustizia con quelli di convenienza. Lo spirito  che lascia il posto all’economia.

Ci avviciniamo al Natale. Io non penso ci sia un’altra vita, non credo ci sia un riscatto dopo la morte, ed anche per questo sono convinto che dovremmo fare il possibile in questa vita, non dico essere proprio “buoni”, ma almeno cercare di non fare troppo gli stronzi….

E con molti immigrati, diciamocela tutta, ci comportiamo proprio da stronzi.

By | 2016-10-19T09:38:23+00:00 dicembre 19th, 2007|Blog, Personale|0 Comments

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi