Cose così

Leggere i giornali o ascoltare i telegiornali è un’attività che può dare enormi soddisfazioni. Quando lo faccio mi capita spesso di sbottare in irrefrenabili risate. Alcune cose sono davvero divertenti.

Questi giorni poi è davvero una sagra, c’è ne sono per tutti i gusti.

L’ultima vicenda sul Papa universitario è davvero gustosissima. Il vecchio furbacchione ha tirato un colpo da maestro. Con una sola mossa ha raggiunto innumerevoli risultati positivi (per lui). Tanto per cominciare si è evitato una scomoda, noiosa, e poco gratificante passeggiata in una giornataccia fredda d’inverno tra ragazzi scalmanati, rumorosi ed ostili. In secundis il suo messaggio invece di essere ascoltato da pochi ragazzotti infreddoliti e fischianti ha avuto la massima esposizione mediatica possibile. Per finire, è questo amici miei è puro genio, è riuscito a far passare l’idea che il suo pensiero sia stato oggetto di censura.

Parliamoci chiaro, io non mi sarei mai sognato di impedirgli di tenere il suo discorso alla Sapienza, ma da qui a dire che il leader di un movimento che conta innumerevoli canali di trasmissione del proprio pensiero sia oggetto di una serrata censura, ce ne passa.

Comico e grottesco insieme, specialmente il suo richiamo al rispetto delle altrui opinioni.

Spostandoci troviamo la vicenda napoletana, dove la mondezza continua a farla da padrona e nessuno appare colpevole di alcunché. Anche qui la tragedia ha sapori comici. Bisogna davvero essere tifosi della politica per accettare i discorsi dei leader di sinistra campani. Bocciati tutti quanti.

Forse il momento migliore lo tocchiamo nello sfogo del rampollo di casa Mastella. Come non sentirci vicini a questo povero ragazzo che porta a casa solo 1800 euro? Eppure mi fa simpatia, perché vedete io di rampolli “importanti” ne ho conosciuti un grappolo e quello che è andato giù più di sfiga dopo il suo bravo master americano si è trovato amministratore delegato. Di una società fatta apposta per lui, ma pur sempre amministratore delegato, cosa che, si sa, fa curriculum e riempie anche il portafogli.

Cose così, che sarebbe da dire tante cose, ma sono talmente enormi, talmente grottesche, che l’unica reazione possibili è l’oblio…

By | 2016-05-30T23:59:17+00:00 gennaio 21st, 2008|Blog, Personale|0 Comments

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi