Impressioni di viaggio – Spagna 2015 – Granada

Con un bel po’ di ritardo riprendo il racconto del nostro viaggio in Spagna dello scorso maggio. Siamo arrivati alla prima tappa andalusa, la splendida città di Granada.


Questa è stata anche la prima occasione in cui abbiamo usufruito di una casa affittata tramite il sito AirBnB, specializzato proprio in questo particolare modo di viaggiare. Come potete immaginare l’idea di andare nella casa di un privato invece di alloggiare in albergo all’inizio può procurare qualche dubbio. L’esperienza che abbiamo avuto con la famiglia che ci ha accolto a Granada, per la precisione all’interno del quartiere Albaycin, ha cancellato qualsiasi preoccupazione. Gradevoli e disponibili loro, meravigliosa la casa collocata in uno degli angoli più suggestivi della città.

Una città a misura d’uomo, anche se non del tutto priva dei difetti di ogni città, come ad esempio il traffico. Per i suoi monumenti, per la sua architettura, per le strade e i negozi, varrebbe già da sola una visita. Ma ovviamente se sei a Granada non puoi fare a meno di visitare l’Alhambra. No, sul serio, non puoi. Per questo è bene che quando programmate il vostro viaggio vi premuriate di prenotare i biglietti per la visita al più presto possibile, evitando di rimanere senza o di essere costretti ad acquistarli associati a costosi pacchetti turistici. La visita al complesso di monumenti, palazzi e giardini dell’Alhambra vi porterà via un intero pomeriggio (o mattinata). Tenete conto nel programmare che le temperature in questa città può raggiungere temperature davvero molto alte, persino in tarda primavera, figuriamoci in estate.

Altri percorsi obbligati se siete a Granada includono un ampio e pigro giro per i vicoletti di Albaycin, magari in orario di mercato, con soste nei belvedere da cui potrete ammirare la vista sul resto della città o sull’Alhambra. Buon quartiere anche per una cena se volete, magari con lo stesso panorama davanti agli occhi.
Bellissima e imperdibile anche la cattedrale in stile rinascimentale.
Qualche giro a piedi o a bordo dei pulman/trenini turistici aiuta a conoscere la città, i suoi abitanti, le sue tradizioni culinarie e i tanti luoghi caratteristici.

Una città dove spendere almeno un paio di giorni pieni, uno dedicato principalmente all’Alhambra e magari alla Cattedrale, un secondo per mischiarsi agli abitanti e pigramente ammirare il resto della città.

Qualche foto, senza pretese e senza trattamenti di sorta, la trovate qui.

via Blogger http://ift.tt/1hYyhND

By | 2016-10-19T09:38:03+00:00 agosto 25th, 2015|Blog, Pagine Sporche|1 Comment

One Comment

  1. aui91 28/08/2015 at 12:07 - Reply

    Io ho vissuto un anno a Granada e (sarà un po’ anche il legame affettivo che ci unisce) credo non esista città più “encantadora”!!!

Leave A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi